Come si diventa professionisti VoIP SIP?

Come si diventa Professionisti VoIP SIP ? Qual’è il percorso formativo consigliato per diventare professionisti in questo ambito ?
Il protocollo SIP non si impara solo a scuola, non si apprende nemmeno installando ed utilizzando abitualmente uno specifico device o un centralino telefonico. Tutto ciò, preso singolarmente, non rende “automaticamente” professionisti in questo settore.

Le Competenze richieste ai Professionisti VoIP

Dovremmo innanzitutto distinguere le competenze tecniche da quelle apprese empiricamente. Il percorso formativo dei professionisti VoIP prevede un apprendimento che deve necessariamente iniziare con una base teorica che poi viene consolidata sul campo attraverso l’esperienza pratica di installazione e configurazione.

Un installatore professionista dovrebbe inoltre conoscere le basi della telefonia tradizionale (linee a commutazione di circuito, PSTN o ISDN). Anche se la telefonia analogica, come la conosciamo, è destinata a sparire nel corso dei prossimi anni, è fuori dubbio che essa costituisca ancora un settore tutt’altro che trascurabile. Anche se molti operatori telefonici europei e internazionali hanno già annunciato la dismissione delle linee ISDN a favore delle linee VoIP native, questo processo richiederà molto tempo. La telefonia analogica, in ogni caso, non verrà superata in maniera definitiva. Le linee telefoniche analogiche e i telefoni BCA sopravviveranno ancora per molti anni anche se già da oggi vengono fornite attraverso un circuito VoIP per poi essere emulate solo in fase terminale. Si pensi ad esempio all’utenza domestica o alle applicazioni di distribuzione telefonica in edifici storici o in strutture ricettive alberghiere, ove la realizzazione di una infrastruttura ethernet non sia possibile, per motivi logistici.

Per un giovane che desideri specializzarsi in questo settore, una solida base di competenze tecniche, acquisite magari in ambito universitario, costituiscono un ottimo punto di partenza. Alla formazione teorica manca però spesso la parte applicata, la cd. esperienza sul campo. Considerando la rapidità con cui si evolve il settore, le sole nozioni sono però destinate a rimanere tali e a subire l’obsolescenza tecnologica. Allo studio va quindi affiancato anche il costante aggiornamento e, non ultima, la passione !

Sul fronte opposto la conoscenza empirica, acquisite magari con uno specifico brand, porta ad ottenere risultati immediatamente spendibili. In questo secondo caso però i problemi, che sono all’ordine del giorno in qualunque professione, possono trasformarsi in vere e proprie barriere bloccanti ove manchi la conoscenza teorico/applicata del protocollo SIP e della telefonia tradizionale.

Va ricordato anche che il professionista del VoIP deve necessariamente anche possedere conoscenze in ambito informatico-sistemistico e soprattutto nell’ambito del networking e della sicurezza. L’esperienza combinata teorico/pratica consentirà di sviluppare anche le capacità di analisti necessarie per valutare le esigenze del cliente e soddisfarle in misura efficiente ed efficace.

E arriviamo al punto cruciale. Chi è dunque professionista nell’ambito del VoIP ?

Solo chi ha acquisito, negli anni, un giusto mix di conoscenze teoriche, pratiche e applicate. Occorre conoscere i fondamenti del protocollo SIP, aspetto frequentemente trascurato. Occorre conoscere solidamente le regole del Networking e della sicurezza, altro aspetto sovente sottovalutato.

L’ordine di apprendimento più lineare è il seguente:
1) Iniziare con uno specifico brand o uno specifico VoIP PBX, come ad esempio 3CX, studiando l’enorme mole di documentazione disponibile online (articoli, guide, tutorial) e frequentando i corsi specifici di formazione e certificazione. L’investimento iniziale è praticamente nullo: occorre solo la predisposizione, la costanza e …soprattutto molta passione.
2) Sfruttate l’esperienza pratica per studiare in maniera approfondita la lingua parlata nel mondo VoIP: il protocollo SIP e i protocolli complementari. Non bisogna fermarsi unicamente alle schermate di configurazione e programmazione ma approfondire tutto ciò che è sottostante. E’ l’unico modo per rendersi indipendenti e per analizzare e risolvere velocemente gli eventuali dubbi relativi al funzionamento del VoIP.
3) Specializzarsi nell’ambito del Networking e della sicurezza. Il VoIP viaggia sulla rete…non dimentichiamolo. Un pilota deve conoscere la macchina con cui corre, la pista sulla quale deve cimentarsi e, infine dotarsi delle migliori misure di sicurezza disponibili.

I Diversi Percorsi Formativi

Quello appena Visto è solo uno dei tanti percorsi con cui si può approcciare al mondo della telefonia VoIP professionale. Nella realtà pratica in questo settore convergono spesso figure professionali che provengono da ambiti diversi: dal settore della telefonia tradizionale, dal mondo dell’informatica o del networking, dalla scuola. Ognuna di queste figure dovrà necessariamente scegliere una strada formativa diversa per colmare le proprie lacune ed acquisire, progressivamente, una conoscenza completa e “globale” del settore del VoIP.

Un ultimo consiglio finale: non abbiate mai la presunzione di ritenersi “arrivati”. In questo campo le cose cambiano ad un ritmo vertiginoso. Non si finisce mai di studiare ed imparare. VoIP, SIP e Networking sono ambiti molto complessi ed in costante evoluzione. Questo è il vero “segreto” dei Professionisti VoIP.

In bocca al lupo a tutti gli apprendisti e futuri professionisti VoIP !

Leave a Reply